Di te. E di Lei.

Spesso ho creduto che scartabellare tra foto, e ricordi, e pagine ingiallite dovesse far male da schifo.

Quel classico effetto soap opera, un po’ ovattato, che in realtà è fatto con perle di soluzione salina pronte a farti una carazza sul viso, quando nessuno guarda.

Oggi ero lì, inquieta tra le immagini. Sicura che avrei pianto come una bambina. Foto. Dove baciavi Lei. Foto. Dove stringevi Lei. Foto. Dove a Lei. Ed a Lei sola. Sorridevi come mai, penso, tu abbia fatto, con me.

Posso aver nutrito il tuo immaginario. Imboccato la tua infantile ricerca di costante attenzione. Di gelosia ho imbottito le tue insicurezze e, con parole ricercate, riempito i vuoti nei momenti di solitudine. Ma non ero in quelle foto.

Come non sono nella tua vita e, forse, non ci sono mai stata. Come ancora non c’era il tuo letto. E la tua casa. E quelle coperte in cui ci rotolavamo respirando a fatica. Facendoci l’amore tra le righe e non nel cuore. Mai, nel cuore. O quasi.

Oggi, magari, l’amore nel cuore te lo farei. Forse. Saperlo non è indispensabile. Fartelo sapere, non è indispensabile.

E senza carezze. O lacrime. O dolore. Penso che sei più bello oggi. Di allora. Penso che sei più bello. Con Lei.

Annunci

2 commenti

Archiviato in Lyza Pensieri

2 risposte a “Di te. E di Lei.

  1. Magnetica la foto dell’intestazione.

    PS: poi avrei voluto scrivere sull’inevitabilità delle cose perchè l’epressione mi ricorda l’inevitabilità, che a me mi affascina l’inevitabilità; ma son già passati 20 minuti e non mi viene niente di più.

    PSS: ¿ma il puntoevirgola dopo “l’inevitabilità” è corretto?

  2. l’ho scelta con amore, l’immagine dell’header. E’ uno screenshot di “Cuentos inmorales”(Racconti Immorali), di Walerian Borowczyk. Un film ad episodi dove, in maniera nuda e cruda, viene sviscerato il lato animale del sesso, attraverso carnali ed immaginifiche visioni. Lei è la splendida Lise Danvers.

    Evitare l’inevitabile. Si potesse. Davvero. Si potesse. Cambiasse il destino, fermasse il ciclo delle maree, interrompesse le fasi lunari. Sarebbe, poi, così diversa, la vita? Darebbe un senso diverso a quel punto e virgola?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...